“Ogni genitore deve accettare nel figlio un progetto non suo, vedendolo imboccare strade differenti da quelle sperate. Non potrà mai considerare un figlio, un possesso personale al quale imporre il destino. Questo non significa però divieto di consigliare, guidare, fino al “decollo”, anzi rimane un dovere. Con i giusti paletti che ognuno cercherà di imporsi in ogni situazione”

Diogene Laerzio

 

La strada dei figli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.