Egitto, 22 febbraio 2020

Home » Essere Homeschooler » Racconti di viaggio » Egitto, 22 febbraio 2020

Egitto, sabato 22 febbraio 2020.

La nostra famiglia è partita per un viaggio speciale.  Vi raccontiamo tutto in una serie di 9 articoli, in cui ognuno di noi trascrive le proprie avventure, le impressioni e le riflessioni.  Ci presentiamo:  siamo mamma Phoebe e papà Marco, i tre bambini Beniamino, Teodoro e Donatello e il nonno Elio.
Se non avete ancora letto il resto del nostro racconto, ecco dove trovarlo:  prima parte  –  seconda parte  –  terza parte  –  quarta parte  –  quinta parte.
In questa sesta tappa visitiamo un villaggio nubiano e invertiamo la rotta, per tornare verso Luxor.
Siete pronti?  Si parte!!

 

 

 

La mattina Beniamino, Teodoro e il nonno Elio sono andati ad un villaggio nubiano per visitarlo.  Nel frattempo Donatello con la mamma e il papà hanno letto un libro a bordo della motonave e si sono rilassati.

Ecco il racconto di chi è andato al villaggio nubiano:
Siamo saliti su una barchetta a motore insieme ad altre persone e siamo partiti.  Lungo il viaggio ci siamo fermati e abbiamo oltrepassato una duna; poi siamo tornati indietro e alcuni sono andati avanti a dorso di dromedario, mentre altri, fra cui noi, hanno proseguito in barca.  Al villaggio nubiano ci siamo riuniti e siamo andati verso un posto dove tenevano dei coccodrilli.  Lì abbiamo fatto uno spuntino con tisana di carcadé e del pane sottile e croccante con una crema rossiccia e dolciastra.  Poi una persona ha tirato fuori da una gabbia un piccolo coccodrillo che aveva la bocca legata e tutti l’hanno tenuto in mano e accarezzato.  Tutti tranne noi, che l’abbiamo solo toccato, perché faceva un po’ paura…  Dopo un po’ di tempo siamo usciti e siamo passati in mezzo al villaggio e c’erano tanti negozietti che vendevano braccialetti, spezie e altre mercanzie.  Sulla strada del villaggio c’era anche un coccodrillo enorme impagliato, che era sospeso per mezzo di alcune corde.  Poi siamo tornati alla barca e con la barca siamo tornati alla nostra nave.

 

Quando ci siamo ritrovati tutti alla nave, era ora di pranzo e nel momento in cui il ristorante al primo piano veniva aperto, i marinai mollavano gli ormeggi;  così siamo ripartiti in direzione nord, verso Edfu.  Il viaggio è stato molto rilassante.  Mentre la motonave ripercorreva il Nilo, noi potevamo osservare dalle ampie finestre le verdi rive del fiume, ricche di vegetazione, uccelli di vari tipi e di tanto in tanto qualche semplice casa.  Lungo il viaggio ci siamo fermati a Kom Ombo e, visto che avevamo già visitato il tempio, questa volta abbiamo fatto una semplice passeggiata.  In questa località c’erano moltissime altre navi da crociera ormeggiate e affiancate.
Durante il pomeriggio di navigazione abbiamo fatto dei disegni e abbiamo giocato a carte, imparando il gioco di Briscola chiamata.  Dopo una abbondante cena e un’altra breve partita a carte, siamo andati a letto, per sognare nuove avventure…

 

 

 

E ora la parola ai viaggiatori.

Donatello:  Prima abbiamo fatto colazione, poi abbiamo fatto altre cose e abbiamo letto tutto il libro della Pimpa con la mamma e il papà.

Elio:  Tahir, la nostra guida, mi ha dato una moneta per Beniamino e oggi l’abbiamo persa! L’escursione al villaggio nubiano è stata molto bella.  Mi ha colpito la natura molto bella in quella parte del fiume, peccato per i molti tralicci dell’alta tensione presenti in quella zona.

Beniamino:  Siamo andati a un villaggio nubiano e ho toccato un coccodrillo.  Sono anche salito sulla groppa di un dromedario e mi sono arrampicato fino a sopra a una duna.  Abbiamo fatto tutto il viaggio in nave e poi abbiamo persino messo i piedi nel Nilo!  È stata proprio una bella mattinata!

Teodoro:  Abbiamo visto dei coccodrilli: uno aveva la bocca insanguinata e uno aveva la bocca legata (le due mascelle legate tra loro) e io ho toccato la coda di un coccodrillo.  Era dura, ma anche un po’ come la gomma, era verde.  E sono anche salito sulla groppa di un dromedario per fare una foto e basta, non per farci un giro.

Marco:  Abbiamo avuto una giornata riposante sulla nave.  Abbiamo letto, abbiamo giocato a carte, abbiamo fatto la nostra prima partita a briscola chiamata tutti insieme, anche Donatello giocava con un asso di coccodrilli simpatici (che era una statuetta).  Alla sera anche Donatello ha fatto la sua prima partita a carte (a scopa) e se l’è cavata molto bene.  Abbiamo ripreso la navigazione.  È sempre bello navigare!

Phoebe:  Giornata tranquilla, ci siamo divisi stamattina, alcuni al villaggio nubiano ed altri sulla nave.  Al pomeriggio abbiamo ripreso la navigazione, ora torniamo verso nord, da Aswan ad Edfu, con una tappa a Kom Ombo.  Ci sono tantissime motonavi sul Nilo e al porto sono sempre ormeggiate a gruppi, affiancate anche a quattro o cinque alla volta!  È bello vedere come le navi fanno le loro manovre nei porti!

 

Ci vediamo fra qualche giorno per la prossima tappa del nostro viaggio!

 

Per leggere altre storie di viaggi, seguite il link:  https://www.laifitalia.it/category/news/racconti-di-viaggio/

Lascia un commento