Critical Unschooling alla conferenza internazionale “Education and/for social justice”

Home » News » Eventi » Critical Unschooling alla conferenza internazionale “Education and/for social justice”
conferenza

Dopo la bella esperienza del 2021, anche quest’anno LAIF partecipa alla Conferenza internazionale sull’educazione e l’istruzione, organizzata dal Journal Scuola Democratica in collaborazione con la Casa Editrice Il Mulino.
Il titolo di questa terza edizione è “Education and/for Social Justice“ e vede la partnership del CIRD (Centro Interuniversitario per la Ricerca Didattica), del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Cagliari e della Fondazione Sardegna.
Si tratta di un simposio di studiosi, ricercatori e docenti universitari provenienti da diversi Paesi del mondo.
La Conferenza avrà luogo dal 3 al 6 giugno 2024  e si svolgerà unicamente in presenza presso l’Università di Cagliari. La lingua ufficiale è l’inglese, anche se non sono escluse sessioni multilinguistiche.
Essa ospita circa 100 panel imperniati sul rapporto fra educazione/istruzione e giustizia sociale, che coprono una gamma molto ampia di temi e discipline. Il programma della Conferenza è molto denso e comprende anche Plenary Sessions e diversi Symposia.

La conferenza ospita un panel sul Critical Unschooling

La consigliera LAIF e ricercatrice Elena Piffero ha sottoposto alla giuria della Third International Conference una proposta di panel dal titolo Critical unschooling and the decolonisation of education: ideas, challenges and practices of collective liberation for social justice (vai all’abstract in inglese). Di seguito la traduzione in italiano dell’abstract.

Il panel è stato accolto.
Gli abstract presentati per la discussione di questo panel sono ben dieci. I relatori coinvolti sono in tutto 13.
Alcuni di loro vi sono ricercatori, autori e/o docenti universitari:

  • Elena Piffero, ricercatrice ed autrice, oltre che consigliera LAIF
  • Gina Maria Riley, docente al City University of New York, Hunter College, School of Education, ricercatrice ed autrice di numerosi testi sull’educazione e l’homeschooling/unschooling
  • Helen E. Lees, freelance researcher
  • Anna Chinazzi, Emilio Ruffolo, Angela Biscaldi, rispettivamente delle Università Milano-Bicocca, dell’Università di Calabria e della Statale di Milano

Gli altri relatori sono genitori o giovanissimi che hanno alle spalle un’esperienza pluriennale di unschooling:

  • quattro giovani, tutti soci LAIF: Aurora Reolon, Carlo Leali, Jacopo Silvestre e Marco Leali
  • tre mamme di LAIF, che hanno fatto dell’homeschooling/unschooling una scelta di vita: Morena Franzin, Valeria Melloni e Nunzia Vezzola

LAIF ha incoraggiato la partecipazione dei propri associati ed ha voluto dare spazio alle ragazze ed ai ragazzi, sia per consentire loro di fare un’esperienza di qualità, sia perché potessero portare le proprie riflessioni e testimonianze. Sono in tutto sette gli associati LAIF che hanno accolto l’invito!

Il panel verrà discusso in Inglese, in presenza, durante la mattinata del 4 giugno 2024, presso l’Università di Cagliari, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, in via Sant’Ignazio da Laconi.
La prima tranche di interventi comincia alle ore 9:00 con l’intervento di Helen E. Lees, per proseguire poi con quelli di Valeria Melloni, Marco Leali, Morena Franzin, Anna Chinazzi, Emilio Ruffolo e Angela Biscaldi. Di seguito i rispettivi abstract:

La seconda tranche di discussione è prevista dopo il coffee break, dalle 11:15 alle 13 e comprende, nell’ordine, gli interventi di Elena Piffero, Carlo Leali, Aurora Reolon, Gina Maria Riley, Jacopo Silvestre. Di seguito i rispettivi abstract:

Questi contributi appaiono al momento gli unici esplicitamente incentrati sull’Unschooling e comunque sull’istruzione parentale nelle sue modalità meno strutturate e più informali.

Gli aspetti organizzativi e logistici

La partecipazione alla conferenza richiede un’iscrizione con relativi costi. Inoltre, il fatto che la conferenza si svolga in Sardegna comporta delle spese per la trasferta, l’alloggio e gli spostamenti dei partecipanti.

In particolare due famiglie sarde associate hanno offerto ospitalità e consigli in modo da semplificare il soggiorno dei sette relatori di LAIF. Di questo siamo grati a Laura Bianconi e a Karen De Fazio.

Inoltre LAIF ha un Regolamento che consente di rimborsare le spese di chi partecipa ad un’iniziativa su incarico dell’associazione. Sulla base di questo, è possibile azzerare i costi a carico dei relatori del convegno.
Certamente alcune partecipazioni non sarebbero state possibili senza il sostegno di LAIF e senza la rete delle famiglie associate.

Credits: Foto di Buono Del Tesoro da Pixabay

Lascia un commento