Buone notizie per chi sceglie di non sostenere l’esame: le argomentazioni di LAIF sono state considerate corrette!

Buone notizie per chi sceglie di non sostenere l’esame: le argomentazioni di LAIF sono state considerate corrette!

Su richiesta del DS, l’ispettore scolastico ha definito corretta la lettera scritta a partire dalle argomentazioni di LAIF.
Pertanto, le motivazioni addotte sono risultate adeguate a sostenere la posizione che in questo caso l’esame di idoneità non era obbligatorio.
L’altro dato ulteriormente significativo è che tale circostanza si è verificata nell’a.s. 2018/2019, quindi dopo l’entrata in vigore del Decreto Legge 62 del 2017.

Intervista all’avvocato Francesco Pisano, difensore della famiglia di Pescara

Intervista all’avvocato Francesco Pisano, difensore della famiglia di Pescara

Secondo l’avv. Pisano, “la sentenza è utilissima proprio per argomentare sull’inesistenza del nesso tra mancato esame e violazione dell’obbligo di istruzione.”
“Noi abbiamo insistito molto su questo punto, anziché limitarci a dire che l’obbligo non esisteva …
Questa vicenda rappresenta, credo, un caso unico e sicuramente  estremo di persecuzione nei confronti della scelta dell’istruzione parentale; che io sappia, nessuno era arrivato a portare dei genitori davanti al giudice penale per un reato tipicamente omissivo”.

La validità dell’anno scolastico: le assenze, il ritiro e l’istruzione parentale.

La validità dell’anno scolastico:  le assenze, il ritiro e l’istruzione parentale.

Numerose famiglie meditano la decisione di dedicarsi all’homeschooling quando i loro figli già frequentano la scuola: a volte la decisione arriva a seguito di una lunga riflessione, a volte ”si scopre” che è possibile e si opta per questo percorso.
Ma è sempre possibile diventare homeschooler nel corso dell’anno scolastico? Ci sono dei limiti di tempo? Ci sono delle differenze se la dichiarazione d’intenti viene presentata in autunno oppure in primavera?