Questa è la tua ora, parti, viaggiatore
che ancora molto per te deve accadere.
Per anni sui mari ti sei avventurato,
seguendo cauto le vie delle tue carte.

Quale desiderio rende inquieto il tuo cuore,
quale marea ti sta rubando il sonno.
Tu che nella tempesta sicuro hai navigato,
è questa l’ora, parti, viaggiatore.

Apri le tue vele ad accogliere il vento
che ancora molto per te deve accadere.
Cerca la rotta seguendo la corrente
verso un’oscura, remota stella.

Quale desiderio rende inquieto il tuo cuore,
quale marea ti sta rubando il sonno.
Senza esitare abbandona il tuo porto,
è questa l’ora, parti, viaggiatore.

(Angelo Branduardi, 1992)
(Canzone proposta da Phoebe Raye Carrara)

Il viaggiatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.